Il Maître Fromager Alberto Marcomini
presenta

BOLOGNA CHEESE

Salone Internazionale del Formaggio e della Arti Casearie

19 – 20 – 21 MARZO 2022
VOLVO CONGRESS CENTER – BOLOGNAFIERE
(ingresso p.zza Costituzione)
ore 10.30 - 19:00

Bologna Cheese, speciale evento sui formaggi a Bologna

Durante le giornate del 19, 20 e 21 marzo 2022 il Volvo Congress Center di BolognaFiere ospiterà una completa novità nel quadro degli eventi sui formaggi, il Bologna Cheese.

Questa nuova fiera sui formaggi a Bologna non è una tradizionale mostra mercato delle eccellenze casearie italiane, bensì si propone come viaggio esperienziale tra mille sapori. Bologna Cheese è una straordinaria opportunità di conoscere da vicino i produttori caseari e avere con loro un contatto diretto per una esperienza senza eguali. 

Evento con degustazione e vendita formaggi a Bologna

Il Bologna Cheese è un evento con degustazione e vendita formaggi, dove i foodies, gli appassionato di formaggi e semplici buongustai possono conoscere l’autentica arte casearia, assaggiare e acquistare i formaggi in esposizione, spiegati e raccontati dai produttori stessi, i proprietari dei caseifici che nel giorno della fiera sui formaggi diventano espositori.

Ma non finisce con la degustazione e vendita formaggi dai produttori: il programma dell’evento sui formaggi a Bologna si arricchisce ulteriormente con L’arte contemporanea del Formaggio – opere d’arte casearia che nascono dall’incontro tra produttori e affinatori”, una straordinaria presentazione di autentici “tesori caseari”.

Salone dei formaggi a cura di Alberto Marcomini

Bologna Cheese nasce da un’idea di un autorevole Maitre Fromager del panorama gastronomico internazionale, un professionista che ha speso e tuttora spende la sua vita nella conoscenza di tutti i segreti del mondo dei formaggi, Alberto Marcomini.

Alberto Marcomini progessionista formaggi
Questo evento sui formaggi è stato concepito dallo stesso esperto come una esperienza unica per favorire l’avvicinamento al vario mondo dei prodotti caseari e la scoperta dei suoi “tesori caseari”, non solo verso gli estimatori dei formaggi ma verso tutto il pubblico interessato.